I I I I I


I I I I I

 

 

 

 

 

 

Caldo e freddo rappresentano al momento nel campo della Terapia Fisica le risposte di tipo strumentale più importanti e diffuse per combattere il dolore e l’infiammazione.

È risaputo che usare il freddo ha un effetto positivo se impiegato subito dopo il trauma (dalla slogatura, alla contusione, al versamento e gonfiore post intervento, alla borsite, ecc.), e si ottiene la riduzione del dolore ed il blocco del travaso ematico.

Si usa invece il caldo per dolori cronici, soprattutto articolari (es.: i dolori alla colonna cervicale e lombare).

Lo shock-termico rappresenta invece una novità assoluta nel campo terapeutico. Le fasi di caldo e di freddo di susseguono in modo repentino, dando vita ad una intensa ginnastica vascolare.